IL FESTIVAL   INFO CONTATTI STAMPA CREDITI LINK MULTIMEDIA NEWS    
  PROGRAMMA               .ENG   
Terra / Luna:un’infinita risonanza  Testo in lingua originale 
.Jolanda Insana
sono stanca di tanta petulanza
e a chi mi tratta da ganza
e m’appella con nomi di tenera amante
io dico
sono Écate con tre teste
signora di enigmi e d’incantesimi
al centro dei crocicchi

sono stanca della vostra arroganza

sto al seguito della terra
che fu ricca di erbe piante e animali
e io li aiuto a figliare
a prosperare
e non ci sto al gioco del massacro

Ah la terra! ne inventa di cose
per non guardare a casa sua
per non vedere crolli e macerie
per non sentire Mugabe
che fa il padrone e dice
«questo paese è mio»
e intanto si registrano 96mila591 casi di colera

volete approdare alle mie prode
per insidiarmi e assediarmi?
contate di alzare capannoni e baracche
sventrarmi
ficcarmi nella pancia scorie radioattive e rifiuti tossici

eh no
vi sollevo come faccio con il mare
e vi risucchio tutti nel vuoto interplanetario
sono Écate
signora del buio e della notte eterna

Ti corteggio e sbeffeggio
immonda terra che non hai pietà
che ti sfoghi e piangi per cazzate
e non vedi i morti di fame
gli appestati
gli scheletri ambulanti
i barconi dei migranti

ti vedo
sono il tuo occhio satellitare e t’inseguo
sono la tua telecamera
ti vedo infestata di pulci mine e pidocchi
sbranata da banchieri e pescicani

lontane
lontane tu e io
lontane dobbiamo restare
è nostro destino inseguirci
seguendo il nostro cammino

libera luna in libero cielo

e tu
proteggi
Terra
gli orfanati e le partorienti
custodisci il grano la vigna e l’ulivo
e io sarò ridente

Partecipa alla serata del
.5 giugno






Musica di
.Luna Revers


 
 
.Stampa .Segnala