IL FESTIVAL   INFO CONTATTI STAMPA CREDITI LINK MULTIMEDIA NEWS    
  PROGRAMMA               .ENG   
SCRITTORE
   Bjorn Larsson
.Bibliografia 
.Stampa .Segnala
Biografia
Nato a Jönköping, in Svezia, nel 1953, insegna all’università di Lund e vive in Danimarca, a Gilleleje, piccolo villaggio di pescatori, non lontano dal castello di Amleto. Perfettamente trilingue, filologo e traduttore dal danese, inglese e francese, dopo una tesi di laurea su Simone de Beauvoir, esordisce come scrittore nel 1980 con Splitter (Schegge), una raccolta di racconti che ruotano intorno alla figura di un giovane scrittore. Personaggio dalla vita alquanto singolare, spirito libero e ribelle (è stato anche in prigione per essersi rifiutato di fare il servizio militare), Larsson vive per sette anni con la moglie a bordo della sua barca a vela “Rustica”: l’esperienza di questo periodo e la sua grande passione per il mare e la navigazione costituiscono una fertile fonte di ispirazione per il suo primo romanzo, Il Cerchio Celtico (Iperborea 2000), del 1992, che lo consacrerà al successo internazionale e con il quale, in Italia, si aggiudicherà il Premio Boccaccio Europa 2000. La sua abilità nell’unire al romanzo d’avventura una più profonda attenzione al racconto psicologico e alla ricostruzione storica sarà il motivo della grande accoglienza della Vera storia del pirata Long John Silver ( Iperborea 1998). Pubblicato per la prima volta nel 1995, quando Larsson, dopo essere divenuto padre, decide di tornare a vivere sulla terraferma, narra le vicende dell’ambiguo e inquietante pirata dell’Isola del tesoro, che Stevenson abbandona volutamente nel mistero. Sull’onda del successo della Vera storia del pirata Long John Silver , Larsson scrive nel 1997 Il porto dei sogni incrociati (Iperborea 2001), che si è aggiudicato nel 1999 in Francia il prestigioso Prix Médicis e in Italia il Premio La Cultura del Mare 2002. Nel 1999 con L’occhio del male, tradotto e pubblicato in Italia da Iperborea nel 2002, Larsson abbandona le distese marine e affronta con straordinaria preveggenza - immaginando uno sconvolgente attentato terroristico al cuore dell’Occidente due anni prima dell’11 settembre – il radicarsi del fondamentalismo islamico. Con questo romanzo si aggiudica il Premio Elsa Morante per l’autore straniero nel 2002. Larsson ritorna al tema del navigare con La saggezza del mare ( Iperborea 2003), “riflessioni sulla vita come la si vede dal pozzetto e dal ponte di una barca a vela” un piccolo manuale per realizzare i propri sogni. Il segreto di Inga (Iperborea 2005) , è invece un’avvincente storia di spionaggio che indaga sull’uso e sull’abuso del segreto di stato, fino a giungere a un’indagine sui più intimi rapporti sociali e umani. Nel 2005 pubblica in francese il romanzo autobiografico Besoin de liberté (che Iperborea traduce nel 2007 con il titolo Bisogno di libertà), quasi un’autobiografia all’insegna del motto: “Non si nasce liberi, lo si diventa” e invita a meditare sull’inevitabile dissidio che c’è tra libertà e amore. L’ultima opera dello scrittore, la raccolta di racconti Il sogno del filologo è in uscita per Iperborea. Nove personaggi col desiderio di scoprire qualcosa che cambi il corso della storia e delle loro vite. Un filologo, una genetista, un’astronoma, uno speleologo, una filosofa: tutti inseguono tenacemente l'oggetto della loro ricerca. Ma le loro scoperte portano a una rivelazione ancora più preziosa: alla fine sarà la vita a vincere, a trasformare il mondo, a rivelare una realtà più grande del sogno. Le opere di Björn Larsson sono tradotte in numerose lingue.
 
PARTECIPA ALLA SERATA DEL
.23 giugno
LETTO DA
.Valentina Carnelutti
MUSICA DI
.Gianni Music Trio
.2002 .2003 .2004 .2005 .2006 .2007 .2008
Con la collaborazione di Con il contributo tecnico di Produzione e organizzazione